"A me interessa il viaggio ma anche le sue diramazioni. A me interessano le sfaccettature e i dettagli. Sprofondare nell'arte suave per riemergere di una sostanza fresca, contaminata dalle opportunità del sentire "marziale". Questo è il mio personale viaggio verso la "nera", questo è il mio piccolo contributo alla comunità del Jiu Jitsu."

sabato 11 settembre 2010

Manuale di Jiu Jitsu


JIU-JITSU WORLD CUP 2004 - CBJJO


Rafael Lovato, cintura nera di 2ndo grado, è un genuino ed appassionato atleta professionista. Beh, a quei livelli non possiamo avere dubbi circa le qualità del giovine ed i tituli parlano per lui.

Il match che vi propongo è del 2004 ed è condito di pregevoli tecniche da manuale eseguite con volontà ed una certa precisione.



Cominciando con la postura, dinamica ma mai scomposta, con i gomiti attaccati al tronco e mani aperte verso l'avversario: da manuale.
Conquista la guardia a farfalla prendendo il bavero con una mano mentre l'altra cattura il gomito dell'avversario: da manuale.
Incrocia la presa sul bavero alto dell'avversario difendendo così la posizione e cercando poi, con l'altra mano, di inibire il braccio dell'avversario: da manuale.
Dopo aver difeso bene con i piedi la posizione, porta all'interno il braccio dell'avversario: da manuale.
Da manuale anche il ribaltamento, eseguito non prima di aver fatto passare il suo braccio destro sotto l'ascella avversaria ed avere immediatamente dopo afferrato la cintura avversaria.

Ottima anche la pressione applicata verso l'avversario quando questi tenta di ristabilire la guardia ed è pregevole come tenta di superare la guardia afferrando il bavero e senza mai dimenticare di portare il suo braccio destro in linea con la linea centrale del tronco avversario: da manuale.

Il passaggio è semplice ma accurato: con la mano sinistra controlla una gamba mentre, alzando la propria gamba destra, fa scivolare il ginocchio all'interno per liberarlo dalla "farfalla": da manuale.

Dopo alcuni secondi passati a controllare l'avversario e a difendersi dai suoi tentativi nel ristabilire una posizione più sicura, Lovato controlla con la sua mano sinistra il braccio dell'avversario limitandone poi i movimenti attraverso la pressione delle ginocchia. Anch'esso, da manuale.

Poi, con pazienza, costruisce una chiave alla spalla "Kimura" senza offrire all'avversario nessuna difesa: da manuale.

Ecco, oggi ho ripassato una decina di concetti che spesso si volatilizzano nell'incuria e nella presunzione del "già-acquisito".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...