"A me interessa il viaggio ma anche le sue diramazioni. A me interessano le sfaccettature e i dettagli. Sprofondare nell'arte suave per riemergere di una sostanza fresca, contaminata dalle opportunità del sentire "marziale". Questo è il mio personale viaggio verso la "nera", questo è il mio piccolo contributo alla comunità del Jiu Jitsu."

domenica 30 gennaio 2011

Nick Diaz vs Evangelista Cyborg Santos

Le vibrazioni esplodevano fuori dallo schermo. Vedendo la cerimonia del peso, ho necessariamente capito che il match sarebbe stato adrenalinico.
Solitamente, durante il rito della foto dopo il peso, Diaz intimorisce i suoi avversari con il suo sguardo truce, appiccicando la fronte contro quella avversario intimando la resa psicologica. Invece, rarità, Cyborg era più concentrato di lui e per nulla intimorito gli restituiva "colpo su colpo" tanto che Diaz.....ha dovuto abbassare lo sguardo ed allontanarsi da quell'insolito gioco-forza.
Ecco, mi sono svegliato ed ho agganciato il netbook alla rete per vedere l'esito dell'incontro che si è svolto ieri sera allo Strikeforce, negli USA (in California). Il match era valido per il titolo nella categoria welter.

Ancora in pigiama mi sono fiondato sul primo sito disponibile ed ho fatto colazione con l'intensità che i 2 si lanciavano ad ogni colpo! Che match! Evviva le mixed martial arts!

Cyborg si è presentato con una eccellente forma. Forte, duro, reattivo e sembrava aver studiato a dovere il suo avversario. Sapeva benissimo delle grandi capacità balistiche di Diaz e lo teneva a distanza con micidiali low-kick del puro stile thai! Ad ogni impatto mi chiedevo come Diaz potesse resistere a bordate di tal guisa.
Ed infatti Diaz vacilla, accusa e perde il ritmo incessante che solitamente usa nel lanciare le combinazioni del suo particolare stile di boxe. Sembra infatti non entrare in gioco anche se di rado qualche guantino va a segno sul volto del brasiliano.

Cyborg è solido ed in molti credono fermamente, compreso il sottoscritto, che si aggiudicherà il match se non altro per i lividi che il suo avversario riporterà per tutta l'estensione della sua gamba destra.
Il 2ndo round è quasi la fotocopia del 1mo: stessa intensità, stessi colpi, ed anche la fantasia trova spazio in questo match davvero vibrante. Gomitate, tallonate e combinazioni di braccia ci allietano e ci inebriano.

Poi, succede tutto in una manciata di secondi: Cyborg decide di portare a terra Diaz probabilmente per piantarlo al suolo con poderose mazzate. E riesce nell'intento adottando una pregevole tecnica....dimenticando però che Diaz è pur sempre una cintura nera di Jiu Jitsu scuola Cesar Gracie.
E cosa ti inventa Diaz con la sua guardia chiusa? E cosa doveva inventare secondo voi?

Gustatevi il match:

4 commenti:

  1. e che ti inventa????? "maledetti lottatori";)

    RispondiElimina
  2. Beh Diaz ha buttato dentro un armlock da maestro con una scioltezza incredibile....davvero bravo, è uno che non dorme quando è per terra.

    RispondiElimina
  3. Cyborg anche è nera di BJJ...Nick Diaz è veramente spettacolare! Grande!

    RispondiElimina
  4. infatti...la naturalezza del gesto di Diaz mi ha....spiazzato. Ha fatto sembrare semplice ciò che è arduo anche in un match di grappling

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...